05/04/2019 13:02

Polizia e Fiera fanno
squadra per il Vinitaly

Il progetto “In Vino Virtus” si conferma, ancora una volta, come l’unico in tutta Europa a vedere una forza di Polizia promotrice di un’iniziativa di educazione alla guida sicura e ad un bere responsabile in diretta collaborazione con le aziende vinicole e le associazioni di categoria.

Proprio in virtù di questo primato, l’iniziativa, ideata e realizzata cinque anni fa dalla Questura di Verona, oltre ad aver ottenuto il benestare del Capo della Polizia, ha ricevuto, quest’anno, un prestigioso riconoscimento da parte del Parlamento Europeo, del Ministero dell’Interno e del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari, Forestali e del Turismo che, per l’edizione 2019, patrocineranno l’iniziativa.

Grazie alla partnership, ormai consolidata, con Wine In Moderation e alla collaborazione dell’Unione Italiana Vini, anche quest’anno verranno prodotte, gratuitamente, delle bottiglie di vino le cui etichette riporteranno, oltre al logo della Polizia di Stato e degli Enti patrocinanti, il claim “Change your drinking, save your life”.

Le bottiglie saranno presentate all’interno degli stand della Polizia di Stato ed esibite, insieme a locandine informative ed etiolotest monouso, presso il quartiere fieristico di Verona, negli spazi dedicati alle aziende vitivinicole aderenti all’iniziativa.

A presentare l'iniziativa, questa mattina, presso la Questura di Verona, sono stati il Vicario del Questore, Dott. Giuseppe Maggese, insieme al Presidente dell’Ente Autonomo Veronafiere, Dott. Maurizio Danese e al Dott. Sandro Sartor, consigliere dell'Unione Italiana Vini. Per la Polizia Stradale interverrà il Primo Dirigente, Dott. Girolamo Lacquaniti, Dirigente della Sezione Polizia Stradale di Verona.

Il Vicario del Questore ha evidenziato come l’obiettivo della campagna “In Vino Virtus” è quello di diffondere i valori della guida sicura e dell’educazione stradale. Per tale motivo, all’interno degli stand della Polizia di Stato verranno posizionati dei simulatori di guida che, utilizzati in combinazione a degli occhiali deformanti, daranno al pubblico interessato la sensazione di guidare in stato di ebbrezza alcolica. In tale contesto educativo, saranno presenti esperti della Polizia Stradale che, anche attraverso gli strumenti dell’etilometro e del precursore, forniranno ai visitatori ogni utile informazione e consiglio per scongiurare i rischi legati all’eccessiva assunzione di alcolici: tutto questo, al fine di veicolare al meglio il messaggio del bere consapevole, moderato e responsabile, contro il grave fenomeno della guida in stato di ebbrezza.

Il dott. Sartor ha dichiarato: “Sin dal primo anno, abbiamo aderito con entusiasmo a questa iniziativa insieme alla Polizia di Stato al fine di testimoniare il nostro sostegno incondizionato a questa campagna di educazione e di sensibilizzazione a non guidare quando si è bevuto. Anche quest’anno, tantissime delle aziende nostre associate avranno presso i loro stand le bottiglie con le etichette dell’iniziativa ed altro materiale di visibilità. Il vino è un patrimonio unico per tutti noi, produttori e consumatori, ma non possiamo dimenticare, ed è nostro compito ricordarlo, che va sempre consumato con moderazione e con senso di responsabilità".