15/04/2019 09:49

Metti via quel cellulare
Cazzullo al Teatro Nuovo

Nell’ambito del progetto "Fuori dalla rete", questo pomeriggio, lunedì 15 aprile, alle 18 al Teatro Nuovo va in scena "Metti via quel cellulare", spettacolo tratto dal libro omonimo di Aldo Cazzullo, giornalista del Corriere della Sera e scrittore. Ne sono interpreti Andrea Avanzi, Silvia Rizzi e Jacopo Zera con la regia di Paolo Valerio e Pino Costalunga. Lo spettacolo sarà preceduto da un’introduzione di Daniela Galletta e seguito da interventi di Aldo Cazzullo e dei due registi. L’ingresso allo spettacolo è libero.

Aldo Cazzullo si rivolge ai figli e a tutti i ragazzi: li invita a non confondere la vita virtuale con quella reale. “Il telefonino e la rete – dice Aldo – sono il più grande rincoglionimento dell’umanità”. “Il telefonino e la rete – replicano i figli – sono parte della nostra vita e sono il nostro futuro”. Ma il nostro futuro è anche non bruciarsi davanti ai videogame, non andare sempre in giro con le cuffiette, non rinunciare ai libri, al cinema, ai concerti, al teatro. E soprattutto salvare i rapporti umani con i parenti e i professori, la gioia della conversazione vera e non attraverso le chat e le faccine. I suoi figli, Francesco e Rossana, rispondono spiegando al padre e a tutti gli adulti il rapporto della loro generazione con il telefonino e la rete che consente di vivere una vita più ricca, di conoscere persone nuove, di mettere lo studente al centro della scuola, di leggere i classici. Ne nasce un dialogo serrato sui rischi e sulle opportunità del nostro tempo: la cattiveria online, gli youtuber e l’elogio dell’ignoranza, i cyberbulli, gli idoli del web, i padroni delle anime da Facebook ad Amazon, l’educazione sentimentale affidata a YouPorn, la distruzione dei posti di lavoro e della cultura tradizionale, i nuovi politici da Trump a Grillo, sino all’uomo artificiale. Ma anche le possibilità dei social, i nonni che imparano a usare le chat per parlare coi nipoti, la rivolta contro le dittature, la nascita di una gioventù globale unita dalla rete web.

Lo spettacolo è l’evento conclusivo di Fuori della rete (progetto realizzato con il contributo della Presidenza del Consiglio dei Ministri) che ha proposto tavole rotonde e laboratori culminati nello spettacolo Web heroes - Giovani eroi in rete di cui sono stati protagonisti una sessantina di studenti di tre istituti cittadini.