15/04/2019 10:11

La famiglia mascherata,
"Infinita" al Ristori

La stagione di prosa al Teatro Ristori si conclude questa sera, lunedì 15 aprile, alle 20.30 con lo spettacolo "Infinita" della compagnia Familie Flöz. "Infinita" è una riflessione sui momenti in cui avvengono i grandi miracoli della vita, il timido ingresso nel mondo di qualcuno che nasce, i primi coraggiosi passi e l‘inevitabile caduta finale. A raccontarli sono quattro maschere fantastiche in un abile gioco d’ombre, accompagnate dall’incanto della musica. Una magistrale commedia senza parole eppure potentemente espressiva, struggente e al tempo stesso piena di gioia. Infinita è un mosaico apparentemente semplice ma costruito su tempi perfetti, capace di far ridere a crepapelle e commuovere fino alle lacrime.

La Familie Flöz affonda le sue radici nella Folkwang-Hochschule di Essen, l’unico istituto di formazione statale per il teatro di espressione corporea in Germania, è una famiglia eterogenea e bizzarra, ogni spettacolo è sviluppato secondo un processo di lavoro collettivo e rivela un nuovo universo abitato da personaggi e storie che sviluppano il loro cammino dall’oscurità alla luce. Attraverso una costante riscoperta di discipline teatrali secolari come il teatro di figura, il teatro di maschera, la danza, la clownerie, l’acrobazia, la magia e l’improvvisazione, Familie Flöz crea esperienze teatrali di una poesia incomparabile. Dal 2001, la compagnia Familie Flöz ha residenza a Berlino ed è stata ad oggi con le sue opere teatrali in tournée in 34 diversi paesi.

Le tipiche maschere realizzate dalla compagnia sono strumenti essenziali per lo sviluppo dei personaggi e degli intrecci drammatici. Come i testi scritti, le maschere non hanno solo una forma, ma anche un contenuto. Il processo di sviluppo di una maschera, che passa per la recitazione e culmina nel raggiungimento di una sua simbiosi con l’attore è decisivo per il risultato finale.