14/05/2019 09:23

Racconti e poesie per
chi lotta contro tumori

Dare speranza a chi è malato attraverso poesie e racconti di vita. E’ questo il principale obbiettivo del Premio letterario nazionale “Federica – Le parole della vita”, rivolto a pazienti oncologici e ai loro famigliari e medici. I migliori componimenti della 4ª edizione saranno premiati, domenica 19 maggio, alle 17.30, in Gran Guardia.
Il concorso letterario, promosso dalla Fondazione AIOM – Associazione Italiana di Oncologia Medica con il sostegno del Comune e Verona per l’Arena, è dedicato alla memoria di Federica Troisi, ragazza veronese prematuramente scomparsa a causa del cancro.
Per la prima volta, ad un anno dalla scomparsa, sarà inoltre riconosciuto un premio speciale alla memoria di Fabrizio Frizzi. Per l’occasione interverrà all’evento Valeria Favorito, la ragazza a cui il conduttore, attraverso la donazione di midollo, ha salvato la vita.
Nel corso della manifestazione saliranno sul palco la compagnia RBR Dance Company, il primo ballerino dello StaatBallet di Berlino Dinu Tamazlacaru, il chitarrista Francesco Buzzurro, il fisarmonicista quattro volte campione del mondo Pietro Adragna e l’armonicista Giuseppe Milici. A condurre l’evento Chiara Giallonardo di Linea Verde.
Il premio è stato presentato lunedì mattina dell’assessore ai Servizi sociali insieme al presidente della Fondazione Aiom Fabrizio Nicolis. Presenti la presidente Aiom Stefania Gori e il segretario generale della Fondazione Verona per l’Arena Alfredo Troisi.
“Un’occasione di riflessione importante – afferma l’assessore ai Servizi Sociali Bertacco – attraverso la storia di chi è stato, o è ancora, malato di cancro. Il premio letterario Federica, infatti, oltre a ricordarci una giovane donna veronese scomparsa prematuramente, ci porta ad essere vicini a tutte le persone che affrontano questa battaglia, alle loro famiglie e ai medici che sono impegnati in prima linea”.