15/05/2019 08:49

Fumata nera per
il nuovo rettore

Fumata nera nella prima votazione per le elezioni del nuovo Rettore dell’università di Verona. I seggi, aperti dalle 9 di martedì mattina, si sono chiusi alle 17.

I tre candidati alla carica di Rettore dell’università di Verona per gli anni accademici 2019/2020 – 2024/2025 sono Carlo Combi, ordinario di Informatica, Pier Francesco Nocini, ordinario di Chirurgia maxillofacciale e Odontostomatologia, e Andrea Sbarbati, ordinario di Anatomia e istologia. Il futuro Rettore sarà in carica per un unico mandato di 6 anni non rinnovabile.

In questa prima votazione nessuno di loro ha raggiunto la maggioranza assoluta dei voti tra gli aventi diritto: Nocini ha raccolto 382 preferenze, Sbarbati ha ricevuto 203 preferenze, mentre Combi ha ottenuto 139 preferenze.

La prossima votazione sarà giovedì 16 maggio (maggioranza qualificata dei 2/3 dei votanti), in caso ancora nessuno dei candidati risultasse eletto sono previste altre due votazioni: giovedì 23 maggio (maggioranza assoluta dei votanti) e mercoledì 29 maggio (ballottaggio tra i due candidati più votati nella terza votazione).

Hanno diritto di voto tutti i docenti, gli studenti che facciano parte del Consiglio degli studenti, del Senato accademico, del Consiglio di amministrazione, dei Consigli dipartimento e dei Consigli delle Strutture di raccordo e il personale tecnico amministrativo, anche a tempo determinato. Quest'ultimo nella misura dello 0.20.