26/10/2019 15:21

Parte il Giro d'Europa
regalando libri

Ha inforcato la sua mountain bike, si è lasciato l’Arena e piazza Bra alle spalle ed è partito in direzione Genova (GUARDA SERVIZIO TV). Questa mattina, Roberto Bragantini ha iniziato il suo viaggio low cost in giro per l’Europa. Tenda, cambio di vestiti, quasi niente soldi in tasca e il progetto di unire il continente in bicicletta, barattando libri con un pasto caldo e con l’ospitalità di chi lo vorrà accogliere.

Due i libri che Bragantini donerà durante il viaggio. “Dalla parte dei sogni”, è una sorta di autobiografia dell’autore che racconta la sua scelta di vita; il secondo “Dalla parte dei sogni 2.0” è, invece, una guida per viaggiatori più o meno esperti.

A grandi linee il suo percorso prevede di arrivare a Genova, di lì imbarcarsi per la Sardegna, girare l’isola per poi raggiungere in traghetto Barcellona, proseguire per l’Andalusia, il Portogallo, la Francia, l’Inghilterra e gli altri Paesi europei. In tutto, un tour di 8 – 10 mila chilometri da percorrere in un anno. Un viaggio di preparazione e raccolta fondi per il suo prossimo grande progetto: il giro degli Stati Uniti che Bragantini vorrebbe realizzare a partire da fine 2020.

Prima, però, un doveroso ritorno al punto di partenza, cioè piazza Bra. “Facciamo a Roberto Bragantini un grande ‘in bocca al lupo’ – ha detto l’assessore allo Sporto Filippo Rando – e lo aspettiamo di nuovo qui, l’anno prossimo, per condividere le emozioni e le esperienze che avrà vissuto in questa straordinaria avventura. Roberto è un sognatore che, attraverso i libri, regala a tutti noi il racconto di un viaggio incredibile, unendo sport e cultura. La Verona che sogna oggi parte simbolicamente con lui e gli chiediamo di parlare della nostra bella città ovunque si trovi”.

Il ciclista ha con sé il cellulare, per comunicare con la famiglia e, soprattutto, per documentare il viaggio e condividerlo sui social. Si potranno seguire tutte le sue avventure su Instagram e sul canale YouTube che portano il suo nome.