08/11/2019 09:08

Liceo veronese vince
concorso nazionale

È con "Il Tempo Perduto", un orologio a pendolo che strizza l'occhio all'infanzia, che il Liceo Artistico di Verona "Nani-Boccioni" si è aggiudicato il primo premio della X edizione di New Design, la competizione nazionale promossa dal Miur per valorizzare la creatività e le eccellenze dei licei artistici italiani e quest'anno dedicata al tema "da Cosa Nasce Cosa, forma e funzione del passato nell'ottica del presente".

Dopo la mostra evento inaugurata ieri al Museo dei Fori Imperiali di Roma, la giuria ha proclamato oggi i vincitori al MaXXi, il Museo delle Arti del XXI secolo. Ex aequo per il secondo posto, che si sono aggiudicati i licei Grue di Castelli (Teramo) e Selvatico di Padova, rispettivamente con "Cubola" - una lampada da tavolo rosso fuoco un pò cubo e un pò cupola ispirata a un modello del 1971 - e con "l'uomo sedia", una spilla gioiello che interpreta il lavoro di Le Courbusier. Ex aequo anche per il terzo posto, vinto rispettivamente dal liceo Gropius di Potenza, che ha presentato il plastico progettuale "Una stazione per l'irraggiungibile Matera" e dal liceo SS.

Apostoli di Napoli con il suo "Zoo+", un originale gioco di design che, in stile Tangram, cambia forma smontandolo. "Il tema forte di questa edizione è stato quello di dare una seconda vita alle cose dismesse o inservibili alle luce di nuovi problemi e bisogni emergenti. Design, dunque, come atto di responsabilità sociale, spiega Danilo Vicca, preside del liceo artistico Enzo Rossi di Roma, istituto organizzatore di New Design 2019. Il concorso, finanziato dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale di Istruzione e organizzato dal Liceo artistico "Enzo Rossi" di Roma, dal prossimo anno diverrà una sezione della Biennale dei Licei Artistici Italiani, progetto di eccellenza promosso da ReNaLiArt (Rete nazionale dei licei artistici) e finanziato dal Miur. "Le opere della Biennale continuano a stupire ed a emozionare - afferma Maria Grazia Dardanelli, presidente onorario di ReNaLiArt. E dopo varie tappe internazionali, da Barcellona a Mosca e San Pietroburgo, grazie a ViaggiArte le porteremo a Matera, capitale della cultura, dal 2 all'8 dicembre.