08/01/2020 17:40

L'orchestra Vivaldi in
concerto per le famiglie

I giovani talenti dell’Orchestra Antonio Vivaldi tornano a Verona per il quarto anno consecutivo. E la mission diventa speciale: non solo regalare alla città uno spettacolo dal vivo di alto livello, ma anche sostenere l’associazione delle famiglie numerose.

Venerdì 10 gennaio, alle 20.30 in Gran Guardia, si terrà il ‘concerto di Capodanno’, sulle note di Stravinskij e Strauss. Sul palcoscenico ben 50 elementi saranno diretti dal maestro Lorenzo Passerini. L’ingresso è gratuito, con la possibilità di lasciare un’offerta libera. Il ricavato verrà poi devoluto alla onlus che raggruppa tutti quei nuclei familiari con almeno 4 figli e che necessitano di un aiuto economico per sostenere alcune spese necessarie.

L’iniziativa segue la scia degli eventi di Natale ‘Il cielo sulla terra’, due spettacoli che hanno permesso di raccogliere ben 7.700 euro, grazie alla generosità dei 1.200 spettatori. Offerte che sono state destinate alle associazioni “Famiglie Nuove” e “Famiglie Numerose”, per dare avvio rispettivamente a progetti per adolescenti e per promuovere lo sport tra i bambini.

Il concerto, patrocinato dal Comune di Verona e sostenuto da Agsm, Amt, Fondazione Zanotto e Aspa srl, è stato presentato oggi a palazzo Barbieri. Erano presenti il sindaco Federico Sboarina, il consigliere delegato alla Famiglia Rosario Russo, il coordinatore provinciale dell’associazione Famiglie Numerose Guido Strepparava, il presidente di Amt Francesco Barini e Manuel Baldo per Aspa srl.

“Sono tante le iniziative che abbiamo avviato per aiutare e sostenere le famiglie veronesi – ha detto Sboarina -. Dall’applicazione del fattore famiglia all’istituzione del fondo nuove povertà, fino alle riduzioni per gli ingressi nelle piscine e ad eventi come questo. Il concerto di Capodanno, infatti, sarà un momento di festa e aggregazione per molte persone e, allo stesso tempo, l’occasione per raccogliere fondi da destinare a chi ne ha più bisogno come è già stato fatto con gli spettacoli natalizi”.

“Non solo un bel momento di festa ad inizio anno per tutta la comunità – ha aggiunto Russo -, ma anche un modo per creare la cosiddetta cultura della solidarietà. Siamo felici di ospitare un’Orchestra conosciuta in tutta Italia, reduce da una tournee in Cina, che si è subito prestata a questo scopo benefico. Un’attività complementare di un’offerta sociale già molto amplia”.