19/01/2020 12:10

Galimberti e la poesia
da Eraclito a Nietzsche

Umberto Galimberti è protagonista di una riflessione inedita sul rapporto tra filosofia e poesia nel nuovo appuntamento della rassegna Idem sull’”espressione poetica”. “Perché i poeti?” Il verso di Hölderlin scelto da Heidegger come titolo per la sua celebre conferenza sull’essenza della poesia, introduce la riflessione che Umberto Galimberti propone lunedì sera al Teatro Filarmonico su poesia e filosofia, sul significato filosofico della poesia e sul pensiero filosofico espresso poeticamente, da Eraclito, ai Romantici, a Nietzsche.

Attraverso le considerazioni sul rapporto tra l’analisi filosofica e l’espressione poetica vengono affrontati fondamentali temi esistenziali, l’essere, il linguaggio, la creazione e il senso delle cose.

L’ingresso al teatro fino alle 20.55 è riservato ai soci Idem. È possibile aderire all'associazione presso la Libreria Antiquaria Perini, il Verona Box Office, tramite il sito www-idem-on.net o in teatro la sera dell’incontro.

I successivi appuntamenti della rassegna saranno il 3 febbraio con Melania Mazzucco sulla poesia che si fa immagine nella storia delle arti e il 24 febbraio con Mogol sulla poesia espressa dalla connessione tra parole e musica nella canzone d'autore. L’adesione all’associazione permette inoltre di partecipare a 12 appuntamenti del Festival della Bellezza, in scena tra fine maggio e giugno al Teatro Romano di Verona e in altri teatri storici di grande tradizione.