29/06/2020 09:31

Lotta alle zanzare,
kit in farmacia

Ogni singolo cittadino può fare molto per la lotta alle zanzare, sia la comune (Culex pipiens) che la tigre (Aedes albopictus), grazie al proprio impegno coadiuvato dalle 265 farmacie territoriali di tutta la provincia presso le quali è possibile reperire il kit antilarvale a un prezzo “sociale” di euro 5,50.
Si tratta di un aiuto concreto per effettuare la disinfestazione domestica a prezzi contenuti e proseguire con costanza il trattamento durante tutto il periodo estivo.

«L’incentivo offerto dalle farmacie veronesi è un servizio utile e in realtà anche l’unico – spiega Elena Vecchioni, presidente di Federfarma Verona – per debellare sul nascere questi fastidiosi insetti. Particolarmente colpiti dalle punture della zanzara sono i bambini e gli anziani che sviluppano in maniera più marcata i sintomi legati a gonfiore, prurito e dolore. In questo periodo di massima allerta è stato specificato che la zanzara non veicola il virus Sars-CoV-2, ma gli insetti adulti sono comunque in grado di trasmettere malattie pericolose e parassitosi sia per gli esseri umani che per gli animali. In farmacia i cittadini trovano tutte le indicazioni e i suggerimenti per utilizzare al meglio i kit antilarvali».
Il ciclo di vita della zanzara. Dopo la puntura, la zanzara necessita di una piccola quantità di acqua per depositare le uova (serbatoi di produzione). Tombini, sottovasi, annaffiatoi, teli di nylon o pneumatici abbandonati con acqua stagnante sono i luoghi dove la zanzara si può riprodurre. Le uova, deposte sulla superficie dell'acqua, una volta sommerse si schiudono. A quel punto le larve proliferano nell'acqua e in 6-8 giorni diventando zanzare adulte. La zanzara tigre di solito punge di giorno, preferibilmente al mattino e nel tardo pomeriggio, mentre quella comune nelle ore notturne. Entrambe sono attive indicativamente da maggio a ottobre. Al termine dell’estate vengono deposte uova resistenti al freddo capaci di superare, anche in assenza di acqua, l’inverno e giungere intatte e pronte alla schiusa nella stagione calda dell’anno successivo.