31/07/2020 16:30

Tornano i concerti
al Teatro Romano

Un viaggio tra il cantautorato italiano, il jazz e l’interpretazione al femminile. Si accende la musica al Teatro Romano. Dall’1 al 20 settembre, la 72ᵃ edizione dell’Estate Teatrale Veronese, rassegna realizzata dal Comune di Verona, propone otto concerti con alcune delle voci più belle del panorama nazionale. Vasco Brondi, Vinicio Capossela, così come Enrico Pieranunzi e Stephanie Océan Ghizzoni, sono solo alcuni degli artisti delle tre sezioni in programma.

‘Verona Jazz’ torna con tre serate tributo. Martedì 1 settembre il trombonista Mauro Ottolini, assieme alla cantante Vanessa Tagliabue Yorke, proporrà un programma dedicato ai grandi maestri dello swing. Mercoledì 2 settembre Paolo Fresu, il più importante trombettista italiano, omaggerà il grande Chet Baker, mentre il pianista Enrico Pieranunzi domenica 6 settembre costruirà una serata in musica per celebrare il genio di Federico Fellini.

‘Rumors. Illazioni vocali’ porta, invece, alcuni dei cantautori più interessanti del panorama musicale italiano. Da Alice, venerdì 4 settembre, che canterà Battiato, accompagnata al pianoforte dal maestro Carlo Guaitoli, a Vasco Brondi, star della scena indipendente che si esibirà sabato 5 settembre. Fino a Vinicio Capossela che porterà in città, lunedì 7 settembre, “Pandemonium”, un concerto narrativo con canzoni messe a nudo, scelte liberamente dal suo repertorio che quest’anno compie trent’anni.

Infine ‘Venerazioni’, dedicata ai temi del femminile. In programma il raffinato minimalismo di Musica nuda, domenica 13 settembre con il duo Petra Magoni e Ferruccio Spinetti, e l’omaggio a Mia Martini ‘Se non canto non vivo’, nel giorno del suo compleanno, domenica 20 settembre, con Stephanie Océan Ghizzoni. I biglietti sono in prevendita sui circuiti Ticketone, Geticket e al Box Office di via Pallone.

Questa mattina, direttamente all’interno del Teatro Romano, erano presenti l’assessore alla Cultura Francesca Briani, insieme al direttore artistico Carlo Mangolini. Così come la curatrice di Rumors Elisabetta Fadini e gli organizzatori di Verona Jazz Ivano Massignan e di Venerazioni Lorella Pasetto, in rappresentanza di Box Office Live.

“Un programma che accontenta tutti i gusti, frutto di una proficua collaborazione – ha detto Briani -. Anche in questo anno così difficile non abbiamo voluto rinunciare alla musica, che, finalmente, dopo tanti mesi tornerà a regalarci delle serate uniche. Il Teatro Romano, che fino ad ora con la prosa ha registrato il tutto esaurito, è pronto ad accogliere in tutta sicurezza il pubblico, in una versione inedita e intima, un’atmosfera che valorizzerà le sonorità e le voci degli artisti che si esibiranno”.

“Questa è una rivincita, per il mondo della cultura e dell’arte e per l’intera città – ha spiegato Mangolini -. In poche settimane abbiamo messo in discussione tutto il cartellone preparato prima dell’emergenza sanitaria, per proporre concerti in versione ‘post-Covid’, all’altezza della tradizione e di grande qualità. L’Amministrazione comunale con tanta determinazione ha creduto che si potesse ripartire e così è successo. Ora aspettiamo il pubblico, il mondo dello spettacolo ha bisogno di essere sostenuto”.