05/08/2020 17:15

Chiede aiuto ai carabinieri
ma viene arrestato per spaccio

I carabinieri di Verona, domenica sera, hanno arrestato uno spacciatore, nonché ricettatore. Di fatto, tutto è iniziato a seguito di una richiesta al 112 da parte di un ragazzo che temeva per l'incolumità della sua nuova fidanzata in quanto da ore si trovava con altri amici e non riusciva a contattarla. Un militare ha quindi bussato alla porta trovandosi però davanti la ragazza "ricercata" in ottime condizioni di salute la quale, sorpresa della "visita", con molta tranquillità ha tentato di eludere il controllo.

Il carabiniere, insospettito dall'atteggiamento della giovane donna, ha chiesto il supporto del collega entrando nella stanza e vedendo un giovane magrebino che tentava la fuga scappando dalla finestra: ma i militari lo hanno subito immobilizzato.

L'uomo, un 35enne tunisino, aveva nelle tasche dei pantaloni 10 dosi di cocaina e 30 grammi di eroina, oltre a bilancini, coltelli, materiale per il confezionamento e altra refurtiva fra cui, 4 biciclette di cui 2 elettriche, utensili e un pc; materiale verosimilmente ceduto da tossicodipendenti in cambio della "dose".

Lo spacciatore è stato quindi arrestato. Il giudice ha confermato la misura della custodia in carcere mentre la ragazza e un terzo suo amico sono stati segnalati alla Prefettura, quali assuntori di sostanze stupefacenti.