17/10/2020 16:15

De Berti vicepresidente,
la felicità della Lega

"La vicepresidenza della Regione attribuita ad Elisa De Berti è un premio di cui la Lega veronese deve andare fiera, frutto di un lavoro condotto sul territorio con lungimiranza e senza risparmio di energie". Paolo Borchia, eurodeputato veronese della Lega, augura buon lavoro a Luca Zaia e alla sua squadra, non nascondendo particolare soddisfazione per la nomina di Elisa De Berti, nuovo braccio destro del governatore.

IL COMUNICATO DELLA LEGA DI VERONA

"La Lega di Verona esprime grandissima soddisfazione per la nomina a vicepresidente della Regione Veneto dell'assessore Elisa De Berti, carica prestigiosa e importante mai ottenuta prima da un rappresentante del territorio veronese. La decisione del Presidente Zaia, che ha ridotto la giunta a 8 componenti di cui 7 leghisti suddivisi in uno per ogni provincia,è come lui stesso ha dichiarato: "un bel segnale alla comunità veronese", di fiducia e considerazione; un investimento sul futuro sia a livello regionale che cittadino, a dimostrazione del concreto peso della Lega di Verona nell'attuale panorama Veneto.

Un grande ringraziamento al commissario della Liga Veneta Lorenzo Fontana e al Presidente Luca Zaia per avere tenuto in considerazione in maniera cosi importante Verona in un partita tutt'altro che facile, vista l'attenzione richiesta dalle altre province in un quadro di consenso mai così imponente e di forte responsabilità.

Alla "nostra" Elisa De Berti i complimenti per l'ottimo lavoro svolto in passato e un grande in bocca in lupo per i prossimi cinque anni, in cui, siamo certi, si adopererà ulteriormente per lo sviluppo e la crescita del territorio e della comunità veronese.

La segreteria provinciale della Lega senza proclami e lavorando in silenzio, ottiene risultati record mai raggiunti prima: Vicepresidente della Regione, sei consiglieri eletti, tra cui Alessandra Sponda, componente più giovane dell’intero consiglio regionale, nominata nella segreteria di presidenza.

La priorità per chi è in Regione deve essere amministrare al meglio l’intero territorio regionale e non ottenere posizioni personali.

Crediamo che le polemiche sterili e le sciocchezze lette in questi giorni di inizio legislatura non giovino nè a Verona nè al Veneto. Riteniamo invece indispensabile anche per il futuro puntare su un vero concetto di squadra, fatto non di contrasti per interessi personali ma di percorsi condivisi".