17/10/2020 17:45

Le foto della Val Borago
proiettate su Porta Palio

Il colore delle pietre disposte a mosaico. Il bianco e nero di luci e ombre della vallata. Il verde del muschio su sassi e pareti. Un pezzo di cielo azzurro che si apre tra le rocce scure. Una piccola lumaca gialla che dà vita a rami e foglie secche. Dettagli, panorami, scorci immortalati per raccontare l’unicità della Val Borago e che si sono aggiudicati il contest fotografico #ioscattoperBorago. Nell’ultimo mese sono stati 50 gli scatti fotografici arrivati attraverso i social, ma solo 5 quelli scelti dalla giuria. Fotografie già riprodotte su cartoline, che possono essere acquistate per contribuire alla raccolta fondi per salvare i boschi della vallata. Iniziativa nata per preservare gli oltre 38 ettari situati a nord ovest della Zona speciale di Conservazione fra i Comuni di Negrar e Verona, sottoposti ad asta giudiziaria.

Sabato pomeriggio, Porta Palio ha ospitato le premiazioni del contest, organizzato da ARtécniche e promosso da Fondo Alto Borago e associazione Il Carpino, con il patrocinio del Comune di Verona. Presenti all'iniziativa l'assessore all'Ambiente Ilaria Segala e il presidente dell'associazione Mario Spezia.

L'iniziativa si aggiunge alle altre già messe in campo dall'associazione per salvare la vendita all'asta dell'appezzamento. Anche il Comune di Verona, è parte attiva nell'impegno per la difesa del sito e scongiurare l'ipotesi di acquisto da parte di un nuovo proprietario. Il sindaco Federico Sboarina, insieme con l'assessore Ilaria Segala, sono andati in sopralluogo dove hanno annunciato il contributo economico del Comune alla raccolta fondi, ma soprattutto il coinvolgimento del Prefetto con il quale è iniziato il confronto con l’istituto bancario deputato dalla vendita.

Ad essere premiati gli autori dei 5 scatti selezionati: Ludovica dal Molin per la categoria 'Messaggio'; Giorgio Tomezzoli per la categoria 'Colore', Filippo Gini per la categoria 'Forma', Lavinia Busetto per la sezione 'Flora e Fauna'; Federico Torneri per 'Atmosfera'. All’esterno del monumento, invece, vengono proiettate tutte le fotografie realizzate durante il mese di settembre. Numerosi, infatti, i cittadini che hanno aderito all’iniziativa, condividendo i loro scatti attraverso i canali social.

All’esterno del monumento vengono proiettate tutte le fotografie realizzate durante il mese di settembre. Numerosi, infatti, i cittadini che hanno aderito all’iniziativa, condividendo i loro scatti attraverso i canali social.

Le istantanee sono state valutate da una giuria professionale composta da quattro fotografi, Carolina Zorzi, Paola Fiorini, Leonardo Ferri e Dino Gamba, e da un membro del team di ARtécniche, Laura De Stefano. Cinque i vincitori, uno per sezione: forma, atmosfera, messaggio, colore, flora & fauna. Durante il pomeriggio sono in vendita le 5 foto vincitrici, sotto forma di cartoline. Il ricavato sarà interamente devoluto al Fondo per salvare la Val Borago.

“Grazie a queste iniziative aperte al pubblico, teniamo alta l’attenzione e diamo a tutti la possibilità di contribuire a salvaguardare questa vallata, un incredibile patrimonio verde, unico per la sua biodiversità ma soprattutto fondamentale per la prevenzione dei dissesti idrogeologici – spiega l’assessore all’Ambiente Ilaria Segala -. Ecco perché abbiamo sostenuto questo concorso invitando i veronesi a visitare la Val Borago e a rendersi conto della bellezza dei suoi boschi, che devono essere tutelati da possibili altre destinazioni d’uso. Ringrazio i cittadini che hanno partecipato dimostrando grande sensibilità e amore per il territorio. Anche il Comune di Verona sta facendo la sua parte per la salvaguardia”.